ZANZARE e VIRUS WEST NILE: CONOSCERE ED AGIRE 

- Nonostante quest'anno le popolazioni di zanzare si siano ridotte del 50%, il caldo e la siccità hanno comportato un contesto favorevole alla
circolazione delle zanzare.

- Solo la zanzara Culex (quella nostrana, piccolina, scura), che punge solo dal tramonto all'alba, è vettore di virus, e dunque È FONDAMENTALE
PROTEGGERSI CON REPELLENTI NELLE FASCE SERALI. proteggersi con repellenti nelle fasce serali.

- La West Nile (o febbre del Nilo) per l'80% dei casi è asintomatica, nel 20% lievissima febbre di qualche giorno, nel 1% dei casi può portare
ad encefalite. NON SI TRASMETTE DA PERSONA A PERSONA, l'uomo viene infettato solo dalle zanzare.

- Tutti i Comuni hanno approvato il piano approvato di contrasto ai vettori nel mese di aprile, condiviso con l'Ulss,  emanato una ordinanza nel mese di maggio, sulla scorta delle indicazioni del Piano di contrasto Regionale che contine le prescrizioni da seguire.

- L'adulticida (lo spruzzo di prodotti nebulizzato)  è scarsamente efficace, non è selettivo (uccide tutti gli insetti Api comprese), ed è previsto in via residuale con prodotti solo naturali del tipo piretro.  Il suo utilizzo, come da Piano Regionale, può essere disposto dopo una valutazione caso per caso, che i Comuni faranno con l'Ulss se vi è la necessità di supporto

- È molto efficace invece il trattamento larvicida (pastiglie da lasciare su ristagni acqua).

- In Provincia di Padova vi è stato un caso anche di Toscana virus, che viene trasmesso dal PAPPATACIO. Contro questo insetto è fondamentale l'uso dei repellenti uso cutaneo.

COSA DEVE FARE IL COMUNE

La gestione di questa fase e le azioni, sono scritte nel piano di controllo vettori approvato  nel mese di aprile, secondo le indicazioni regionali, e poi tradotte in una ordinanza  sindacale (Ord.n.4 del 1 marzo 2022)

i Comuni devono: mettere in atto azione larvicida (la più efficace di tutte), che nel nostro comune è iniziata ad aprile e tuttora in corso mensilmente, monitorare e sfalciare il verde di competenza. I Comuni mettono a disposizione dei cittadini pastiglie antilarvali. L'adulticida, vista la scarsa efficacia e la non selettività, viene usato in via residuale, con valutazioni da compiersi caso per caso insieme all'Ulss.

COSA DEVONO FARE I CITTADINI

- La prima azione è quella della difesa personale: USO REPELLENTE CUTANEO, ZANZARIERE E REPELLENTI PER ABBIGLIAMENTO.
Questa è la prima misura e la più efficace, riduce del 98/99% la possibilità di essere punti, soprattutto negli orari serali.

- evitare ristagni d'acqua ed avere cura di erba e cespugli, SFALCIARE E CURARE LE FOSSATURE SU AREA PRIVATA

Di giorno la zanzara Culex non punge, pertanto gli sforzi si debbono concentrare su una protezione serale, e su buone azioni di prevenzione
giornaliere. 

Stiamo monitorando costantemente l'evolversi della situazione insieme all'Ulss, e su temi sovracomunali vi è una condivisione di misure fra tutte le istituzioni.

in allegato copia della nuova ordinanza numero 35 del 22 luglio 2022

di seguito il link alla pagine di approfondimento della ULSS6 https://www.aulss6.veneto.it/Con-il-caldo-tornano-le-zanzare
e materiale informativo e di approfondimento sul tema

il Comune ha predisposto la consegna di pastiglie antilarvali all'ingresso del municipio fino al 3 settembre nei giorni:

MARTEDI 9:30 - 12:00
GIOVEDI 9:30 - 12:00
SABATO 9:30 - 12:00

18/06/2022